DipartimentoIngegneria dei materiali e delle tecnologie industriali
Italian versionEnglish versionHome pageSearchMapPeople Università degli studi di Trento
up
right arrow DIMTI right arrow Persone right arrow Matteo Leoni

Dimti - Persone
Matteo Leoni
Ultimo aggiornamento: 15/04/2009

Posizione attuale vai all'indicevai suvai giù
foto: Matteo LeoniRicercatore

Rovereto (TN), 30/12/1970
Tel. +39 0461 882416
Fax: +39 0461 881977
E-mail: Matteo.Leoni@ing.unitn.it email
Carriera accademica vai all'indicevai suvai giù
Diplomato in Elettronica e Telecomunicazioni (60/60);
Laureato in Ingegneria dei Materiali (110 e lode/110; Trento 1995)
Insignito del titolo di Ingegnere a seguito di esame statale (Trento 1995)
Contrattista di ricerca nel laboratorio di diffrazione dei raggi X, Università di Trento (aprile-luglio 1995);
Dottore in Ingegneria dei Materiali, Università di Roma “Tor Vergata” (sede consorziata Università di Trento; Roma, 1999).
post-doc presso il Max-Planck Institut für Metallforschung, Stuttgart (D), 1999.
post-doc presso l’Università di Trento, Dipartimento di Ingegneria dei Materiali (I), 2000.
ricercatore a tempo determinato presso l’Università di Trento, Dipartimento di Ingegneria dei Materiali e delle Tecnologie Industriali (I) , 2001 - presente
Attività didattica (ultimi 3 anni) vai all'indicevai suvai giù
Professore a contratto per il corso di “Analisi Matematica II”, Diploma di Ingegneria dell’Università di Trento, anno accademico 2000/2001;
Attività didattica nel corso di “Scienza dei Materiali I”, Corso di laurea in ingegneria industriale Università di Trento, dall’anno accademico 2001/2002;
Attività didattica nel corso di “Scienza dei Materiali II”, Corso di laurea in ingegneria industriale Università di Trento, dall’anno accademico 2002/2003;
Attività didattica nel corso di “Scienza dei Materiali – vecchio ordinamento”, Corso di laurea in ingegneria industriale Università di Trento, dall’anno accademico 2002/2003;
Argomenti di ricerca vai all'indicevai suvai giù
Applicazioni della diffrazione di raggi X (tecniche tradizionali e non-tradizionali) all’analisi della microstruttura dei materiali, sforzi residui e tessitura;
Studi diffrattometrici delle relazioni struttura/microstruttura e del comportamento macroscopico di film sottili e rivestimenti spessi;
Modellazione del rilassamento superficiale in polveri nanocristalline impiegando tecniche di modellazione dell’intero spettro di diffrazione;
Studio del profilo di tensioni residue in materiali massivi e film sottili mediante l’impiego combinato di tecniche distruttive (hole drilling, coating debonding) e non-distruttive (tecniche diffrattometriche basate sull’impiego di sincrotrone, raggi x convenzionali e neutroni);
Reattività superficiale di polveri di dimensioni nanometriche e loro effetto sulla solubilità della polvere medesima;
Studi in situ a livello mesoscopico (ESEM) e microscopico (diffrazione di raggi X) della microstruttura dei materiali e della sua evoluzione in materiali stratificati naturali e funzionalizzati (argille);
10 pubblicazioni vai all'indicevai suvai giù
• M. Leoni, “Grain surface relaxation and grain interaction in powder diffraction”, Mat. Sci. Forum (2003). In press. (EPDIC Award 2002 lecture – invited)
• M. Leoni, P. Scardi, “Surface Relaxation Effects in Nanocrystalline Powders” in: “Diffraction Analysis of the Microstructure of Materials”, Ed. P. Scardi & E.J. Mittemeijer, Springer Verlag (Berlin), 2003. In press.
• U. Welzel, P. Lamparter, M. Leoni, E.J. Mittemeijer, “Effective diffraction elastic constants for the determination of stresses in transversely isotropic thin films of cubic materials”, Phil. Mag. (2003). In press.
• P. Scardi, M. Leoni, “Whole powder pattern modelling”. Acta Crystallographica A58 (2002). 190-200.
• M. Leoni, U. Welzel, P. Lamparter, E.J. Mittemeijer, J.-D. Kamminga, “Diffraction analysis of internal strain-stress fields in textured transversely-isotropic thin films: theoretical basis and simulation”, Phil. Mag. A 81 [3] (2001) 597-623.
• M. Leoni, P. Scardi “ Diffraction Techniques for the Study of Ceramic Thermal Barrier Coatings (TBCs)”, Surf. Engineering 16 [5] (2000) 403-410.
• S. Nicoletti, L. Dori, F. Corticelli, M. Leoni, P. Scardi, “Tin oxide thin-film sensors for aromatic hydrocarbons detection: effect of ageing time on film microstructure.” J. Am. Ceram. Soc. 82 [5] (1999) 1201-1206.
• M. Leoni, P. Scardi, S. Rossi, L. Fedrizzi, Y. Massiani “(Ti,Cr)N and Ti/TiN PVD Coatings on 304 Stainelss Steel Substrates: texture and Residual Stress”. Thin Solid Films, 345 (1999) 263-269
• M. Leoni, R.L. Jones, P. Scardi, "Phase stability of scandia-yttria-stabilized zirconia TBCs", Surf. Coat. Technol. 108-109 (1998) 107-113
• M. Leoni, P. Scardi, V.M. Sglavo, "Relaxation of Indentation Residual Stress in Alumina: Experimental Observation by X-Ray Diffraction". J. Eur. Ceram. Soc. 18 (1998) 1663-1668.


L’elenco completo delle pubblicazioni è su: http://polaris.unitn.it/ link esterno
Altre informazioni vai all'indicevai suvai giù
European Powder Diffraction Committee (EPDIC) Award 2002. La citazione per il premio e' per 'outstanding scientific contribution in the field of powder diffraction' link esterno