ALLUMINIO


L’alluminio è uno degli elementi più presenti in natura. Il suo numero atomico è 13, presenta una massa atomica di 26,9815uma ed il suo simbolo nella tavola periodica è Al. E’ il terzo degli elementi in ordine di abbondanza, dopo l’ossigeno e il silicio. Il minerale più importante per la produzione del metallo è la bauxite, di composizione media Al2O3*2H2O. Caratteristiche principali dell’alluminio sono la leggerezza del materiale, la facilità di lavorazione, la resistenza, la bassa temperatura di fusione e l’aspetto brillante dovuto anche allo strato d’ossido che si forma facilmente all’aria. Verranno di seguito elencate alcune delle caratteristiche principali:

Proprietà fisiche:

-        densità = 2.7 g/cm3

-        coefficiente di dilatazione lineare =24*10-6 per grado

-        punto di fusione per l’alluminio puro al 99.99% = 660.2 °C

-        resistività elettrica dell’alluminio puro al 99.99% a 20 °C = 2.6548*10-8 ohm

Proprietà meccaniche:

-        modulo di Young = 64 GPa

-        modulo di rigidità a torsione = 25 MPa

-        modulo di Poisson = 0.34.

-        durezza Vickers = 17 (cresce fino a 40 se il metallo viene laminato a freddo)

 

-         carico di snervamento e di rottura a trazione:

 

 

Purezza

Carico di snervamento (MPa)

Carico di rottura a trazione (MPa)

Allungamento %

 

 

99.99

10

45

50

 

 

99.80

20

60

45

 

 

99.60

30

70

43

 

 

Proprietà chimiche:

-        molto suscettibile ad ossidazione

-        resiste molto bene a corrosione grazie alla struttura molto compatta e resistente del suo ossido (lo strato d’ossido è insolubile in acqua e in molti altri composti chimici)

-        gli agenti più aggressivi per l’alluminio sono gli acidi alogenidrici (acido cloridrico e acido fluoridrico), l’acido solforico concentrato, le soluzioni acquose di idrossidi alcalini, i carbonati di sodio e di potassio.