GENERALITÀ

 

Il tantalio appartiene al gruppo degli elementi di transizione della tavola periodica. Metallo simile al niobio cui si accompagna nei minerali.

In condizioni standard, è un metallo grigio-bianco, malleabile, duttile e molto duro.

Il tantalio resiste praticamente a qualsiasi attacco chimico a temperature inferiori a 423 K.

Il tantalio è inoltre resistente all’attacco di molti metalli liquidi come: Li (sotto i 1000°C), ThMg (sotto i 850°C), U (sotto i 1400°C), Zn (sotto i 450°C), Pb (sotto i 850°C), Bi (sotto i 500°C) e Hg (sotto i 600°C).

È solubile in alcali e nell’acido fluoridrico sia puro che in miscela con HNO3, in soluzioni acide contenenti lo ione fluoruro ed in anidride solforica pura, ma insolubile in acido solforico, cloridrico e nitrico.

Si incendia all’aria e forma il pentossido di tantalio, Ta2O5, una sostanza bianca che reagisce facilmente con ossidi o idrossidi metallici formando composti detti tantaliti.

L’acido tantalico, HTaO3, è un precipitato gelatinoso che si ottiene mescolando acqua al pentacloruro.

Transisce ad una fase superconduttiva a 4,47 K.

Inalterabile a freddo, si combina a 500- 600 ºC con l’ossigeno e col cloro.

Abbondanza dell’elemento (g/ton)

Numero e peso atomico

Gruppo

Struttura cristallina

1.7

73 – 180.947

Metalli di Transizione

BCC

 

 

 

Piuttosto raro in natura, il principale minerale del tantalio è la tantalite (Columbite), FeTa2O6, nella quale si trova combinato con il niobio dal quale viene separato utilizzando opportuni solventi o per cristallizzazioni selettive.

 

 

HOME

 

LA STORIA

 

GENERALITÀ

 

CARATTERISTICHE FISICHE

 

CARATTERISTICHE MECCANICHE

 

CARATTERISTICHE CHIMICHE

 

MATERIE PRIME

 

PREPARAZIONE DELL’ELEMENTO

 

LEGHE

 

APPLICAZIONI

 

GLOSSARIO

 

SITI INTERNET CONSULTATI