I rischi legati all置tilizzo

 

I rischi legati all置tilizzo dell置ranio impoverito, (DU) sono per in primo luogo di tipo chimico. Come tutti i metalli pesanti, l置ranio tossico, e gli organi maggiormente interessati sono i reni. I potenziali effetti nocivi, sia tossici che radioattivi, del DU sono legati alla sua incorporazione all段nterno dell弛rganismo, che pu avvenire generalmente in 2 modi: per ingestione o per inalazione. Nel caso militare, esiste una terza via per l段ncorporazione dell置ranio: i frammenti di proiettile depositati all段nterno dell弛rganismo. Per quanto riguarda l段nalazione, la natura piroforica dell置ranio a renderla probabile: l段mpatto di un proiettile di DU su di un blindato, o di un proiettile convenzionale su una corazza di DU, producono polveri e aerosol che prendono rapidamente fuoco in aria. Le alte temperature legate alla combustione ossidano l置ranio metallico generando diossido (UO2), triossido (UO3) e principalmente ottaossido (U3O8) di uranio. La percentuale di DU che passa allo stato aerosol-gassoso dipende da molti fattori: durezza del bersaglio, velocit e angolo di impatto, cammino all段nterno del bersaglio. La durezza del bersaglio particolarmente critica: un impatto di un proiettile DU con una corazza contenente DU produce ovviamente la massima percentuale di DU volatile (fino al 70%), mentre la percentuale diminuisce notevolmente nel caso di impatto con bersagli di basso peso specifico. Nel caso della Guerra del Golfo, la maggior parte dei proiettili attraversarono completamente la corazza dei blindati iracheni, e la percentuale di DU volatilizzato dal proiettile stata stimata fra il 10% ed il 35%, e una frazione compresa fra il 60% ed il 70% dell誕erosol abbastanza piccolo da poter essere inalato.