Realizzazione di un Modello Digitale del Terreno (2/2)

A partire dalle curve di livello raster precedentemente realizzate è possibile creare un DTM, utile per effettuare elaborazioni che necessitano la conoscenza delle quote, creare viste tridimensionali ed ottenere delle mappe di esposizione, pendenza, ecc.

Creazione del DTM

Prima di iniziare, è necessario ricordare che tutte le operazioni di elaborazione avvengono sempre all'interno della regione attiva e con la risoluzione corrente. Prima di effettuare questa parte, verificare che la regione di lavoro sia quella che include solo la mappa raster contours attraverso l'uso del comando g.region: Config -> Region -> Set Region.

Il comando che permetterà di generare un modello digitale del terreno partendo dalle curve di livello in formato raster si chiama r.surf.contour ed é accessibile dal menu Raster -> Interpolate surfaces -> Raster contours.

La pagina di manuale di r.surf.contour fornisce alcune indicazioni sull'uso di questo comando. In particolare viene consigliato di eseguire l'elaborazione alla stessa risoluzione della mappa di input, nel nostro caso contours. Inoltre il comando r.surf.contour produce esclusivamente mappe di numeri interi. Per ovviare a questo inconveniente lo stesso manuale suggerisce, prima dell'esecuzione del comando r.surf.contour, di moltiplicare per un fattore 1000 la carta raster delle curve di livello e usare questa nuova carta come input del comando r.surf.contour. É quindi necessario, a valle dell'esecuzione del comando r.surf.contour dividere l'output per 1000.0 (notare la presenza della cifra decimale) così da ottenere un risultato coerente con l'unità di misura della carta raster delle curve di livello originale.

Per moltiplicare per 1000 la carta raster delle curve di livello si utilizza il comando Map calculator dal menu Raster -> Map calculator. Nel campo Name of new map to create inserire 1000contours, nel campo Insert existing map aggiungere la mappa contours. É sufficiente quindi completare la sintassi della operazione di moltiplicazione che si vuole compiere come indicato nella figura sottostante e premere il pulsante Run.


Interfaccia del comando Map calculator.
Si lanci ora il comando r.surf.contour dal menu Raster -> Interpolate surfaces-> Raster contours, si indichi come file di input il file raster 1000contours, come output 1000dtm_1m), e si prema Run per iniziare l'elaborazione. L'esecuzione di questo comando piò richiedere alcune decine di secondi.

Realizzazione del DTM

Terminata l'esecuzione di r.surf.contour é necessario procedere alla divisione per 1000.0 della mappa 1000dtm_1m in modo da ottenere il risultato atteso: la mappa dtm_1m. Anche per eseguire questa operazione si utilizzi il Map calculator in modo analogo a quanto fatto poco sopra.


Interfaccia del comando Map calculator.

Si provi a visualizzare il risultato (la mappa dtm_1m).


Visualizzazione del DTM creato

É possibile a questo punto eliminare le due mappe 1000contours e 1000dtm_1m che sono servite per generare un corretto modello digitale del terreno. Si esegua File -> Manage Maps and Volumes -> Delete e selezionare le carte che si vogliono eliminare.

Una volta creato il modello, lo si può visualizzare in 3D. Lanciare il programma nviz, selezionando la voce 3D view all'estrema destra della barra dei comandi del GIS Map Display.


Avvio della visualizzazione 3D
Si aprono le due seguenti schermate:

Visualizzazione 3D

Pannello di controllo della visualizzazione 3D con Nviz

La visualizzazione passa attraverso l'impostazione di alcuni parametri tra cui la superficie topografica da utilizzare e i colori con cui effettuare il rendering. L'opzione: Color, presente nella linguetta: Layer properties, permette di modificare la mappa utilizzata come attributo colore della visualizzazione 3D. Nella seconda colonna selezionare la mappa landuse del Mapset Permanent. A questo punto é sufficiente aggiornare la visualizzazione 3D all'interno del GIS Map Display cliccando sull'icona .

È possibile cambiare interattivamente la posizione del punto di vista selezionando la linguetta View attraverso il pannello con la freccia e i punti cardinali.
Provare a cambiare i parametri per modificare la vista a piacimento.